Caffè Nespresso: i pionieri delle capsule

Il caffè Nespresso è tra i più apprezzati in Italia e non solo e offre una linea di capsule caffè prodotta dalla multinazionale Nestlé.

Le capsule Nespresso contengono dai 5 ai 7 grammi di caffè a seconda che si desideri un caffè espresso o “lungo”. Le capsule presentano vari aromi e sono rivestite da un foglio di alluminio trattato con pellicola alimentare.

Ad ogni aroma è associata una colorazione diversa così che diventa facile per il consumatore abituale riconoscere la sua preferita.  A questo punto, inserite nella macchina da caffè, le capsule vengono forate e una volta a contatto con l’acqua riscaldata ad alta pressione, il prezioso liquido aromatizzato viene erogato nella quantità richiesta. Ma quando nasce il progetto caffè nespresso in cialde?

Caffè Nespresso: storia delle capsule

Il progetto “caffè in capsula” è stato ideato dalla Nestlé alla fine degli anni Settanta, ma solo dopo circa 25 anni è stata prodotta finalmente la prima macchina firmata Nespresso. Successivamente è nato il sito internet ufficiale in grado di offrire al consumatore una nuova piattaforma destinata alla promozione di offerte e prodotti Nespresso.

Siamo agli inizi degli anni 2000 quando l’azienda, crescendo di fatturato, decide di aprire dei negozi monomarca in cui si possono acquistare solo capsule, macchine e accessori Nespresso. Venne creato così un brand esclusivo che si sviluppa all’interno di un mondo ristretto e sofisticato, un vero e proprio “Club Nespresso”.

Diffusione del sistema capsule e cialde

Nel 2012 i brevetti di Nespresso hanno iniziato a scadere, permettendo gradualmente ai concorrenti di offrire capsule e macchine compatibili con il sistema della Nestlé. Di fatto oggi sempre più capsule di terze parti sono disponibili sul mercato e possono essere acquistate nei supermercati o nei negozi specializzati nella vendita di capsule e cialde.

Anche marche poco conosciute sono diventate concorrenziali proprio grazie all’ideazione di capsule e cialde compatibili. La differenza che intercorre tra le capsule compatibili e le originali è l’involucro in plastica, che si sostituisce a quello in alluminio usato dalla Nespresso. Talvolta alcune aziende propongono involucri compatibili ecosostenibili. Questa differenza non ha frenato la diffusione delle compatibili, che sono comunque molto apprezzate. Nel mercato della libera concorrenza e della libertà di gusto è naturale che non necessariamente la prima nata in questo settore sia necessariamente la preferita.

Che dire dunque dei gusti del caffè Nespresso?

Cialde e capsule per tutti i gusti 

La gamma Espresso comprende:

Livanto – Intensità: 6

Capriccio – Intensità: 5

Volluto – Intensità: 4

Privacy PolicyCookie Policy